Quali Infissi Scegliere in base alla Zona Climatica

[fa icon="calendar"] 13-ago-2016 12.30.00 / da Gerard Costes

Gerard Costes

Quali Infissi Scegliere in base alla Zona Climatica

Quando una persona decide di cambiare gli infissi, la prima cosa che si chiede è quali siano i migliori materiali da scegliere, ma non è raro che la confusione aumenti sempre di più, soprattutto con il passare del tempo perché le scelte che il mercato propone aumentano di numero e di caratteristiche.

Ma ci sono dei consigli che puoi rispettare per essere sicuro di fare la scelta giusta. In Italia ad esempio, dato il forte irraggiamento solare, la norma UNI EN 12608 consente solo profili PVC per zona climatica Severa.

 

Cosa dice la norma?

La norma UNI EN 12608, entrata in vigore nel 2005, definisce le caratteristiche dei profili in PVC adatti a costruire finestre e porte. I profili devono essere conformi alla norma per soddisfare le esigenze finali e realizzare prodotti che durano nel tempo, considerando fattori variabili quali le condizioni climatiche, la progettazione, i metodi di fabbricazione e le prestazioni finali a lungo termine. Infatti, come ben saprai, i serramenti in legno necessitano di manutenzione, e per prodotti di buon livello, i costi sono più alti rispetto all’alluminio e al PVC. Nonostante venga realizzato con trattamenti termici e chimici all’avanguardia, e vengano usate finiture con vernici resistenti e atossiche, dopo qualche tempo sarà necessario preservarne le caratteristiche di impermeabilità e colore attraverso una buona manutenzione. Ecco perché la scelta migliore è il PVC: questo materiale di origine plastica è perfettamente impermeabile, e garantisce il naturale isolamento, sia termico che acustico.

 

Due Zone Climatiche Europee

Si torna oggi a parlare della norma, poiché in essa è contenuto un capitolo importante, relativo alla classificazione del materiale per zone climatiche a seconda che questo venga usato in aree con “clima severo (S)” o con “clima moderato (M)”. Per fare chiarezza su queste 2 classificazioni va premesso che quando si parla di clima severo o moderato non si fa riferimento solo alle temperature esterne o agli sbalzi termici, ma soprattutto all’irraggiamento solare, cioè l’effetto dei raggi UV sui profili, che ne determina l’eventuale degrado. L’irraggiamento si misura in “Giga Joule” sull’unità di superficie (GJ/m2). Vediamo nel dettaglio:

Viene chiamato “clima moderato” se l’energia solare è inferiore a 5 GJ/m2 e la media della temperatura del mese più caldo è minore di 22°C. In queste aeree rientrano il Nordest Europa e alcune zone del Centro Europa.

Parliamo di “clima severo”, invece, nei casi in cui l’energia solare è superiore a 5 GJ/m2 e la media della temperatura del mese più caldo è uguale o maggiore di 22 °C. In questo caso stiamo parlando delle aree del Centrosud Europa, fra cui anche l’Italia.

 

Energia solare totale annua su superficie orizzontale

Media della temperatura massima giornaliera nel mese più caldo dell’anno

Clima moderato M

< 5 GJ/m2   

< 22 °C

Clima severo S

≥ 5 GJ/m2

≥ 22 °C

 

Secondo la norma i profili destinati all'impiego in un clima severo (S), possono essere utilizzati anche in un clima moderato (M), ma non viceversa. Quindi al Nord Europa è consigliabile utilizzare i profili in PVC, ma in Italia è necessario usare infissi con profili  PVC specifici per clima severo (S). 


L'IIP (Istituto Italiano dei Plastici) dichiara (come detto in precedenza) che l'Italia appartiene alla zona climatica "S" e mette in evidenza che la media della temperatura massima di Luglio nelle principali città italiane è:

  • Torino 25 °C
  • Milano 29 °C
  • Genova 27 °C
  • Venezia 28 ° C
  • Trieste 28° C
  • Bologna 29 °C
  • Firenze 29 °C
  • Ancona 28 °C
  • Roma 30 °C
  • Napoli 29 °C
  • Bari 28 °C
  • Palermo 30 °C
  • Cagliari 32 °C

 

Quindi quali infissi scegliere? Per tutti gli edifici in Italia,  è necessario installare serramenti e porte in PVC nel rispetto della norma. Per questo motivo ti invitiamo a prestare attenzione sui prodotti presenti sul mercato nazionale e a utilizzare la norma UNI EN 12608 come punto di riferimento, perché i serramenti non adatti al nostro clima presentano un forte rischio di invecchiamento precoce come l'ingiallimento o difetti superficiali.

 Guida Gratuita Scelta Infissi

Categorie: Risparmio Energetico

Gerard Costes

Scritto da Gerard Costes

Gerard Costes, laureato, ha iniziato la sua carriera in una multinazionale francese nel campo delle materie plastiche per l’edilizia, il medicale, l’alimentare e l’imballaggio. Da oltre 10 anni lavora nel campo dei serramenti come Direttore Generale della filiale italiana del leader europeo dei profili e sistemi in PVC. La conoscenza sia del processo produttivo dalle materie prime al profilo finito, che delle peculiarità del mercato italiano del serramento, gli consente di offrire ai clienti una gamma basata su sistemi di tecnologia tedesca adattata all’Italia e un servizio pre e post vendita su tutti campi.