Quali finestre scegliere per case bioedilizia

[fa icon="calendar"] 24-gen-2018 18.01.00 / da Andrea Bulgarelli

Andrea Bulgarelli

materiali-infissi.jpg

Il rispetto per gli altri e per l’ambiente nasce dalla consapevolezza. Prendere coscienza dell’impatto che le nostre azioni hanno su quanto ci circonda è il primo passo verso il cambiamento. E questo si ripercuote non solo nella vita di tutti i giorni ma anche sulle scelte che facciamo rispetto al luogo dove passiamo la maggior parte del nostro tempo: l’abitazione. 

Cos’è la bioedilizia?

In bioedilizia a essere centrale è il concetto di edificio rispettoso dell’ambiente. Per realizzare una casa o una stabile compatibili con l’idea di architettura sostenibile non basta che il consumo energetico sia ridotto ma si devono scegliere materiali di realizzazione a bassa emissione di gas nocivi, come l’anidride carbonica, e riciclabili.

Tutto questo per ridurre al minimo l’impatto sulla salute e sull’ambiente, evitando inutili sprechi in un’ottica lungimirante: il mondo in cui viviamo tende sempre più verso l’efficienza energetica e l’uso di materie prime naturali per un modello di “Smart city”.

 

 

Il PVC e la bioedilizia

L’eco-sostenibilità di un edificio passa attraverso le sue finestre. Ma tra i diversi e tanti materiali in commercio, solo alcuni rispecchiano le caratteristiche richieste dalla bioedilizia.

Il PVC è ai primi posti della classifica perché è un polimero plastico completamente riciclabile e grazie alle sue doti di isolante termico e acustico naturale, è alleato dell’efficienza energetica della tua casa. Inoltre, è un materiale di origine naturale perché per realizzarlo vengono impiegate poche o quasi neanche materie prime non rinnovabili e richiede poco tempo di lavorazione, con una dispersione minima di particelle nocive durante il suo primo maneggiamento. Per tutto il suo ciclo di vita il PVC ha un basso impatto ambientale.

 

Quali finestre scegliere per case bioedilizia

Una finestra in PVC è la scelta migliore in termini di green building perché hai la sicurezza che è un isolante termico naturale che rende efficiente la tua casa da un punto di vista energetico e d’altro canto utilizzi un materiale atossico, realizzato a partire da materiale riciclato.

Quando, poi, sarà ora di cambiare la tua finestra dopo 30-40 anni, potrai smaltirla e riciclarla a sua volta. Impermeabile e resistente, il PVC usato nei serramenti rende la tua casa completamente green. Non solo ti aiuta a mantenere costante la temperatura interna ma impedisce che si crei un ponte termico con l’esterno. Una finestra per assicurarti questa efficienza energetica deve anche disporre di vetri adeguatamente spessi, doppi o tripli, capaci di supportare e massimizzare l’azione dei profili in PVC.

Se vuoi costruire una casa nel pieno rispetto dell’ambiente sai che la prima cosa da fare è scegliere i materiali giusti per le tue finestre.

 

Nella Guida realizzata dai nostri esperti troverai tutte le informazioniche ti servono per fare la scelta giusta. Clicca qui sotto per ricevere subito la tua copia gratis.

Guida Gratuita Scelta Infissi

Categorie: Ecologia

Andrea Bulgarelli

Scritto da Andrea Bulgarelli

Dopo gli studi in Ingegneria civile, Andrea Bulgarelli ha lavorato per 11 anni in Salamander come responsabile commerciale Italia. Qui ha potuto sviluppare le proprie competenze e proseguire la sua crescita professionale nel settore dei serramenti, dal 2005 al 2016, affermandosi come respnsabile commerciale Italia di un’azienda internazionale produttrice di sistemi per porte e finestre. Da settembre 2016, Andrea ha assunto la carica di direttore commerciale di profine Italia: mentre il gruppo profine fattura complessivamente di 700 M€, conta oltre 3.000 dipendenti nel Mondo e opera in 22 Paesi, la filiale Italiana è focalizzata sulla produzione e vendita dei prodotti specifici per il mercato nazionale, permettendo ai propri clienti di accedere al miglior connubio tra tecnica ed estetica richiesto tipicamente dal mercato Italiano.